Cerca
  • Admin

Procedura ammessa anche senza fondo spese

La sentenza della Corte di Cassazione Sez. I del 19 dicembre 2019 n.34105 stabilisce che, in materia di composizione della crisi da sovraindebitamento di cui alla L. 3 del 2012 «In tema di composizione della crisi da sovraindebitamento di cui alla legge n. 3 del 2012, il giudice non può, in assenza di una specifica norma che lo consenta, imporre al debitore, a pena di inammissibilità, il deposito preventivo di una somma per le spese che si presumono necessarie ai fini della procedura, potendo semmai disporre acconti sul compenso finale spettante all’organismo di composizione della crisi, ai sensi dell’art. 15 del d.m. 24 settembre 2014, n. 202, tenendo conto delle circostanza concrete e, in particolare, della consistenza dei beni e dei redditi del debitore in vista della fattibilità della proposta di accordo o del piano del consumatore, anche si sensi dell’art. 8, comma 2, della legge n. 3 del 2012».

In sintesi la Corte non ritiene legittimo rigettare un ricorso per Legge 3/2012 motivandolo con il mancato deposito del fondo spese a favore dell'OCC.




Sede legale

Torino TO 10137

via Tripoli 151 c

 

T. 39 011 18866440

mail: info@azzeradebiti.com

pec: atub@pec.it

presso:

ATUB associazione consumatori

  • Facebook
  • Twitter
  • YouTube
Compila il Form per richiedere informazioni senza impegno

Copyright 2019 A t u b, diritti riservati  I  P.I. C.F. 97786780011

I contenuti del sito hanno carattere informativo generale, non sono trasferibili al singolo caso se non a seguito di specifica valutazione di merito